Linee guida corsi triennali di counseling

In accordo con la European Association for Counselling (EAC) e con il documento denominato Accreditation Booklet, Federcounseling accetta unicamente quelle associazioni che riconoscono percorsi di formazione triennale con le seguenti caratteristiche:

Durata del percorso

Il corso di counseling deve avere una durata minima pari a 3 anni per un monte ore complessivo non inferiore alle 450 ore (comprendenti teoria e pratica), oltre ad almeno 50 ore di percorso di crescita personale.

Requisiti di accesso

Il corso di counseling è aperto a tutti coloro che sono in possesso del diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di titolo equipollente (l’equipollenza dei titoli di studio esteri, scolastici o accademici, è l’esito della procedura mediante la quale l’autorità competente determina l’equivalenza, a tutti gli effetti giuridici, di un titolo di studio conseguito all’estero con un determinato titolo presente nell’ordinamento italiano) o di titolo equivalente (l’equivalenza del titolo straniero a quello italiano, conseguito all’estero da un cittadino europeo senza che venga rilasciato un titolo italiano).

L’ammissione è consentita anche ai possessori di diplomi rilasciati da istituti di istruzione secondaria superiore di durata quadriennale presso i quali non era attivo l’anno integrativo.

Articolazione

Teoria

Chiara comprensione del modello teorico di riferimento adottato dalla scuola e/o ente di formazione.
Teorie della personalità.
Le teorie del cambiamento.
Modelli di sviluppo umano.
Comprensione dei disturbi mentali.
Comprensione di etica e pratica professionale.
La storia del counseling.
Studio di almeno altri due approcci oltre a quello proposto dalla scuola e/o ente di formazione.
Studio delle differenze culturali e dei processi di sensibilizzazione.

Pratica

Stabilire un rapporto di counseling.
Come lavorare all’interno di un quadro teorico chiaro.
Aumentare la consapevolezza delle dinamiche interpersonali.
Sviluppare la capacità di comprendere e di lavorare con la comunicazione verbale e non verbale.
Facilitare la comprensione e la consapevolezza di sé del cliente in relazione al problema presentato.
Facilitare lo sviluppo del cliente.
Diventare consapevoli e affrontare i limiti e problemi personali e professionali.

Documenti da rilasciare all’allievo

Le scuole aderenti alle associazioni iscritte a Federcounseling si impegnano a rilasciare ai propri allievi, una volta terminato il percorso, i seguenti documenti:

1) Diploma attestante il completamento del percorso formativo e l’ottenimento del titolo. Il diploma dovrà riportare in maniera esplicita la triennalità del percorso.

2) Certificato attestante il numero delle ore complessive tra teoria, pratica, tirocinio, supervisione e crescita personale, nonché l’anno e il mese di conclusione del percorso.

E’ consentita anche la produzione di un unico documento, purché completo di tutte le caratteristiche sopra evidenziate.

Note

I requisiti così esposti sono da intendersi “minimi” ovvero sotto i quali non è possibile scendere. Resta inteso che ogni istituto di formazione, nella propria autonomia didattica, può innalzare tali requisiti.