Codici ATECO per le nuove professioni

FedercounselingDiFedercounseling

Codici ATECO per le nuove professioni

Ridefinire i codici Ateco per evitare che la burocrazia pregiudichi il lavoro dei professionisti. Puntare al riconoscimento dell’attestazione professionale per le associazioni, così come definita dalla legge 4/2013.

Queste alcune delle proposte illustrate dal Colap (coordinamento libere associazioni professionali) alla politica durante la conferenza stampa per la presentazione del programma 2017-2021 svoltasi ieri alla Camera dei deputati. L’incontro ha visto la partecipazione delle onorevoli Renata Polverini e Valentina Paris, componenti della commissione lavoro della Camera nella diciassettesima legislatura.

«È necessario porre l’attenzione su provvedimenti a costo zero, come la ridefinizione dei codici Ateco, piuttosto che ad interventi, come gli ottanta euro per i professionisti, che gravano sulle casse dello Stato e non toccano i reali problemi delle varie categorie», è il commento di Emiliana Alessandrucci, presidente del Colap. «A noi non servono tutele particolari, ma piuttosto una maggiore competitività, con il riconoscimento delle disposizioni già presenti nel nostro ordinamento, tipo il certificato di attestazione previsto dalla legge 4/2013».

Il rinnovo dei codici Ateco è considerato necessario in quanto il proliferare di nuove professioni ha determinato la mancanza dei codici con cui inquadrare i nuovi mestieri e questo, come sottolineato da un video proiettato durante l’evento di ieri, pregiudica l’accesso a bandi pubblici e altre attività per i professionisti privi del codice.

I rappresentanti politici presenti all’incontro hanno assicurato il loro massimo impegno per riformare il sistema Ateco. L’onorevole Paris ha proposto anche il superamento del sistema dei codici all’interno di un progetto riformatorio più ampio. In merito al certificato di attestazione, il documento che attesta il possesso di determinate competenze in capo al professionista previsto dalla legge 4/2013 (professioni non organizzate in ordini e collegi), la proposta del Colap riguarda una sua istituzionalizzazione, l’inserimento dello stesso nei testi normativi ed un riconoscimento più ampio di questo processo di certificazione delle competenze, elemento centrale del sistema di associazioni non organizzate in ordini e collegi.

Autore: Michele Damiani
Fonte: Italia Oggi
Data: 27/02/2018

The following two tabs change content below.
Federcounseling
Federcounseling. Federazione Nazionale delle Associazioni di Counseling. Account di servizio

Info sull'autore

Federcounseling

Federcounseling administrator

Federcounseling. Federazione Nazionale delle Associazioni di Counseling. Account di servizio